Recensioni Film

Ho visto Avatar

Avatar è un’immensa rottura di balle della durata di due ore e quaranta durante le quali un marine in sedia a rotelle, senza avere ne arte ne parte, diventa da subito il più bravo guidatore di sti avatar (corpi comandati a distanza tramite la mente). Dio solo, e forse anche Cameron (ma non sono convinto), sa perchè, ma i nativi di ‘sto Pandora (no, non il vaso, il pianeta) una sorta di puffi striati, alti 3 metriche vivono in un albero, invece che nei funghi, invece che massacrarlo lo prendono tra loro.

Chiaramente la figlia del capo si innamora di lui, e lui di lei, e gli uomini sono cattivi e spaccano tutto, e sto posto e tanto bello e lui si innamora un poco di tutto e diventa una sorta di Wallace di BraveHeart dei marziani. Muoiono tutti i suoi amici o quasi, ma chiaramente lui e la figlia del capo si salvano, e alla fine diventa totalmente un alieno e vivono felici e contenti.

Fine. ( D U E O R E E Q U A R A N T A )

Wow che figo.
Non capisco dove e perchè.

Momento emblematico del film: gli uomini distruggono la casa-albero, una mega pianta alta tipo 300 metri e i nativi come risoluzione delle cose vanno a piangere sotto un albero sacro che a fine film li salverà. Per il ciclo: non fare una madonna, ma piangi che lo Stato provvederà, è un poco quello che succede in zone d’Italia che non sono il nord.

Il film sarà anche fatto bene ma è pari al mangiarsi una polpetta di strutto fritta sul petrolio: cioè di una pesantezza inarrivabile.

La gente deve spiegarmi perchè si stanno aprendo dei gruppi su facebook “anche io voglio andare a vivere su Pandora“.
Che cazzo vi piace di Pandora? Ma andate in una foresta pluviale che è uguale.

Pandora è un pianeta simile alla terra ma totalmente coperto da una foresta intricatissima, piena di bestie schifoseche non aspettano altro che squartarti dalla testa ai piedi per fare uno spuntino. E’ pieno di piante fosforescenti e i nativi camminano nudi sul muschio.

Poi se avete problemi di vertigini, come me, è proprio un casino perchè si cammina spesso e volentieri sugli alberi o si vola sui draghi o qualcosa di simile.

Una delle cose che mi hanno fatto idealmente più schifo, è che i nativi del pianeta hanno una sorta di treccia con delle terminazioni, che può essere collegata alla equivalente di quella che hanno tutte le altre bestie e piante della zona. In pratica quando cavalchi un cavallo ti unisci a lui: scusate se a me l’idea fa veramente schifo.

Tipico film da vedere solo al cinema, anche perchè se fossi stato a casa avrei girato canale o sarei andato a giocare con la wii a mario kart.

Divertente il personaggio al mio fianco che, fortunatamente, dopo 10 minuti ha iniziato a dormire e non ha più mollato. Si è svegliato dall’ipersonno all’inizio dei titoli di coda per ri-piombare subito in coma: un genio. Forse guidava il suo avatar.
Fortunatamente ha dormito perchè nei primi 9 minuti di film non ha fatto altro che urlare:OHHHHHHHHH FIGON EL 3D, PAR CHE VEGNI FORA!!!” (ma va?) o altre frasi politically correct del tipo “CIO’ MA CHE CAZZO XE, UN NEGRO???? UN NEGRO?” (a parte che no, era bianco).

Non capisco perchè piaccia, non capisco come si sia creata questa aspettativa: io sono andato a vederlo senza saperne niente e non mi sembra di essere stato particolarmente bombardato sulla sua uscita.

Sembra assurdo ma mi associo alla critica mossa dalla Radio Vaticana:
Poche emozioni vere e tanta, troppa, tecnologia che allontana lo spettatore dal coinvolgimento emotivo riducendo la storia ad un polpettone sentimentale: queste le ragioni della diocesi romana. Il film, sostiene Radio Vaticana, “strizza abilmente l’occhio a tutte quelle pseudo-dottrine che fanno dell’ecologia la religione del millennio. La natura non è più la creazione da difendere, ma la divinità da adorare”.

Insomma così, splendido questo film, quasi quasi lo vado a rivedere.

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply
    WORST197
    25 Gennaio 2010 at 11:49
  • Reply
    sbin
    25 Gennaio 2010 at 12:23
  • Reply
    Style1
    25 Gennaio 2010 at 12:26
  • Reply
    LenAine
    25 Gennaio 2010 at 15:43
  • Reply
    Anonymous
    25 Gennaio 2010 at 16:37
  • Reply
    Asker
    25 Gennaio 2010 at 17:57
  • Reply
    VaLe
    26 Gennaio 2010 at 11:46
  • Reply
    Style1
    26 Gennaio 2010 at 11:56
  • Reply
    asker
    26 Gennaio 2010 at 12:51
  • Reply
    Style1
    26 Gennaio 2010 at 12:59
  • Reply
    Macs
    28 Gennaio 2010 at 18:32

Leave a Reply