Bar La Rosa, Staranzano.

Questo non vuole essere un post diffamatorio, scriverò semplicemente dell’accaduto lasciando a voi le conclusioni in merito.

Dovendo organizzare la sua festa di laurea, nella giornata di mercoledì sono andato assieme alla mia morosa a prenotare un rinfresco presso il Bar “La Rosa” di Staranzano. La scelta era ricaduta su quel locale esclusivamente per il fatto che ci fosse la possibilità di fare il buffet sia all’esterno che all’interno, a seconda del meteo.

La contrattazione, a mio avviso, poteva concludersi dopo 10 secondi perchè a prima frase “Buongiorno, avrei intenzione di organizzare da voi il rinfresco per la mia laurea” è stato subito risposto “Eh, si ma noi non prenotiamo tavoli“. Ciononostante la mia morosa, notoriamente cattiva, sull’onda di un incredibile entusiasmo ha continuato a insistere per fare la festa li.

A domanda “Che cosa fate da mangiare?” è stato risposto nell’ordine “Si ma guarda che alle 14:30 chiudiamo la cucina“, “Si ma non so se riusciamo perchè abbiamo ridotto l’impegno della cucina“, “Questa è la lista, guarda tu“.

A risposta “Si ma qui ci sono i panini e le insalate, potete fare tipo un vassoio di pasta fredda? Quanto mi può costare?” l’esercente ha risposto “Non so, guarda non so, non ho proprio idea“. (giuro)
A richiesta “Potete fare un vassoio con tipo le mozzarelline impanate, le crocchette di pollo etc: quanto mi può costare?” è stato risposto “Eh, vedi quanto costano (40 cent l’una ndr) e fai la moltiplicazione” (si, per quanto? Per 10? per 100, per 1000? Quante stanno su un vassoio? E comunque che io ne prenda 1 o 100 mi fai lo stesso prezzo?)

Io ero a lato, inerme e allucinato, che seguivo l’evolversi della situazione, non intervenendo perchè in primis aspettavo che Sabrina partisse con un “fanculo” da un momento all’altro (cosa poi mai avvenuta), in secondis temevo che non trovasse altri posti in tempo (nonostante qui le cose non stessero andando molto bene).

Alla fine, praticamente su indicazione totalmente nostra era stato accordato un prezzo tra i 150 e i 200 euro un buffet composto da un paio di vassoi di pasta fredda, un pochi di stuzzichini, pizzette, qualche caraffa di spritz aperol, e ancora un poche di bottiglie tra bevande alcoliche e analcoliche.
La mattina dopo Sabrina è stata richiamata telefonicamente e le è stato detto che “non se la sentivano di prepararle il rinfresco per rischiare di fare brutta figura (così invece, bellissima…) e che se volevamo potevamo andare la comunque ma prendere quello che c’era“. Al che è andata in un altro bar che però risultava chiudere tra le 13:00 e le 15:00 (orario previsto per il buffet) ma il padrone ha risposto “eh ma se mi conviene tengo aperto per te ah“. E li è stato fatto il rinfresco.

Il resto è storia nota, Stailuan non entrò mai più al Bar La Rosa – buffet and drink bar, di Staranzano (GO) via Trieste 42.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


14 Responses

  1. Vergognati ha detto:

    Sicuramente tu e la tua morosa cattiva (come fosse un pregio esserlo) saprete fare grandi cose in ambito lavorativo … Certo è che non darete mai lezioni di latino visto che si scrive “in secundis”. Non so cosa ci guadagni a postare recensioni maleducate come queste … Forse vuoi solo obbedire alla tua ragazza cattiva

    • stailuan ha detto:

      No no, tranquillo/a: niente latino, non mi è mai piaciuto e ho sempre preso brutti voti a dire il vero in quella materia.
      Resta il fatto che la recensione non è maleducata ma il semplice resoconto di quanto sia accaduto.
      Dato che ci sono ottime possibilità che tu sia gestore, o lavorante, del posto sappi che invece di lamentarti per aver ricevuto una pessima recensione dovreste fare autocritica e sapere che io sono forse l’unico che l’ha scritto, ma moltissimi sono quelli che raccontano storie analoghe circa questo bar.
      Ad ogni modo non ci guadagno nulla: è solo condivisione di storie di vita vissuta. Nella sezione “food-hunters” di questo blog ci sono molte recensioni positive di locali della zona, e neanche per fare quelle non ci ho guadagnato nulla, è puro feedback e condivisione.

      • Questione di punti di vista ha detto:

        Non sono assolutamente “vicino” alla gestione del bar; mi sono soltanto immedesimato nella posizione di chi invece lo è. Mi dispiace constatare come tu non sia sensibile alle conseguenze negative che la recensione in oggetto potrebbe arrecare. Sembra quasi un tentativo di vendetta. Potevi andare in un altro bar e farla finita. Credo che persone come te, le quali conoscono le dinamiche ed il funzionamento dei mezzi informatici interattivi, potrebbero soppesare anche altre variabili prima di scrivere: il fatto che i clienti di un bar siano molto più numerosi rispetto alla tua attività, rendendo conseguentemente più probabile un numero maggiormente elevato di clienti insoddisfatti, i quali solitamente sono gli unici che si lamentano … Etc etc
        Da quello che leggo nessuno ti stava trattando con maleducazione mentre tu “mancava poco gli dicessi un vaffanculo in faccia”.
        Immagina ancora che tu stia semplicemente antipatico a qualche cretino che, solo per farti dispetto, inizi a diffondere false notizie sulla tua professionalità.
        Valutando queste e tante altre possibili situazioni e ricordando che nella vita tutti possono sbagliare o semplicemente avere un “momento no” … Non mi sarei arrogato il diritto di giudicare pubblicamente il prossimo.

        • stailuan ha detto:

          Comprendo il tuo pensiero, ed il discorso della diffamazione su internet è un problema reale.
          Resta il fatto che questi purtroppo non sono fatti inventati e nei commenti precedenti altre persone avevano riportato esperienze negative simili (i contenuti dei commenti si sono persi nella migrazione da bloggers al dominio attuale, non sono stati rimossi da me).
          Ad ogni modo esistono interi portali (Trip Advisor ad esempio) e social network (Foursquare) dove le persone unicamente danno un voto e portano un loro parere su un locale o una attività. L’unica differenza in questo caso è che io l’ho scritto sul mio blog anzichè su uno di questi.
          Poi certo, avrei potuto non farlo, avrei potuto inventare tutto di sana pianta, avrei potuto fare o non fare molte cose, ma non ritengo la mia un’azione sbagliata.

  2. Perchè ha detto:

    Perchè nn è stata pubblicata la mia replica?

    • stailuan ha detto:

      Perchp non sono ogni giorno sul blog, ora è presente.
      Non censuro, altrimenti sarebbe stata censurata anche la prima 🙂

  3. Anna ha detto:

    Il bar la rosa di staranzano lascia molto a desiderare in ambito di educazione. Ad esempio io e delle mie amiche volevamo passare una serata tranquilla dopo una giornata di studi . Entriamo , salutiamo e nessuna risposta. Probabilmente erano impegnati e fin qua ok. Arriva poi il cameriere , un ragazzo straniero credo , gli chiediamo cosa hanno da bere di buono e lui ci butta la lista sul tavolo e ci dice “guardate qua”. Ci siamo rimaste .

    • stailuan ha detto:

      Ciao Anna, grazie per il commento e mi dispiace per la “disavventura”.
      C’è da dire che da quando ho scritto il post sono passati anni e, intanto, dovrebbe essere cambiata anche la gestione. Il posto va comunque un sacco e ha molti estimatori. Ti dico solo che per questo post (soprattutto su facebook) ho ricevuto una serie di insulti di un certo livello, e da molte persone. Ho raccontato solo quello che è successo, per me che fosse questo bar o un altro era assolutamente indifferente.
      Certo che quando succedono queste cose, piacere non fa 🙂

Rispondi a Style1 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *