Old but gold

California e Comunisti.

Tutti conoscono la bandiera degli Stati Uniti d’America, con le sue stelle bianche su campo blu e le striscie rosse e bianche, un poco ci indica da subito che questa confederazione di stati sia uno splendido Circo. Ma questo non è attinente a questo post.
In molti invece non conosceranno la bandiera della California, io ero tra questi fino al giorno in cui i miei bei piedini non calcarono le viuzze (alla faccia delle viuzze) del paesino di Los Angeles.

La bandiera della California è una figata: c’è un orso, secondo me disegnato in postura da “vecchio e stanco“, che cammina su un bel praticello verde verso sinistra. E a sinistra, modello stella polare c’è una stella. Quest’orso segue la stella? Forse. Ma questa stella è a sinistra, e questa stella è rossa.
Ora, io ben capisco che la stella rappresenti lo stato, ma l’iconografia che ne esce, assieme ai colori utilizzati, a mio giudizio suona di un “comunista” esagerato.
Eccovi qui la splendida flag dello stato delle prugne.

Un giorno eravamo a Venice Beach, la spiaggia dove si sono girati più telefilm nella storia della televisione. Dovete sapere che questo posto è una sorta di Lignano, o di Riccione o insomma una spiaggia turistica italiana, lunga 20 volte di più e dove ci hanno fatto un milione di riprese in più. Di per sè, secondo me, non è niente di particolare, però il luogo è stato mitizzato e quindi ci merita anche una visita volendo.
Su tutto il lungomare ci sono decine e decine di negozietti che vendono magliette più o meno tarocche, cappellini, spilline, calamite etc. Dicevo calamite, si perchè proprio rivedendo la calamita da frigo che avevo comprato per Simone, e che tutt’ora non gli ho consegnato, mi sono ricordato di questa scena epocale.

Io e la mia amica Alessandra eravamo all’interno di uno di questi negozietti a comprare magliette per amici vari, a un certo punto compare la maglietta con la bandiera della California. E io le faccio sottovocissimo:”Guarda, sembra TANTON comunista eheheh“(notare l’uso del “tanton” anche con persone non bisiache). E lei ridendo conferma. Si avvicina la commessa chiedendoci se ci serve aiuto, Ale si gira verso di lei e in un inglese molto italico le dice “ehehehe this t-shirt is… a little bit… COMUNIST eheheh“.

CAZZO. LO HA DETTO.

Mentre lo diceva io vedevo tipo la scena tipo al rallentatore, e io che dicevo “non dirlo non dirlo non dirlo” tipo mitragliatore. COMUNISTA.
SBAM! Lo ha fatto.

E ti rendi conto che sei nel posto sbagliatissimo al momento peggiore.
Io ci vedevo gia sulla sedia elettrica a friggere come polpette, la commessa anche, ma capendo che eravamo dei coglioni europei ha fatto un mezzo sorriso e se n’è andata.
Ale, ma gli hai detto che la loro badiera è comunista!” – “Eh ma è vero.” – “Si, ma qua siamo negli USA, con i comunisti ci hanno fatto una guerra fredda, questi ci ammazzano 🙂“.

Però alla fin fine siamo vivi.
Quindi Enjoy.

Vi lascio come degno completamento di questo post il trailer del mio filmato del mio viaggio a Los Angeles nel 2008, se volete cercate su you tube “style1, los angeles goldrush 2008” e vi appariranno 3 filmati sequenziali di questa vacanza 😉

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    MattiaC
    4 Dicembre 2009 at 11:21
  • Reply
    Style1
    4 Dicembre 2009 at 11:28

Leave a Reply