Ai draghi non piace la crema idratante

Che io sia katifa e malefica è ormai cosa nota.
E forse non tutti lo sanno, ma una delle conseguenze principali della katifèria è avere la pelle secca. Esistono diversi studi a dimostrazione della correlazione tra essere katifi ed essere draghi: nel mio caso, le analogie si manifestano in pelle squamata, gomiti pungenti e capacità, all’occorrenza, di sputare fiamme.

La pelle di uno Sbin.

In foto: La pelle di uno Sbin.

Ebbene, cosa devi fare se sei un essere katifo dalla pelle squamata?
Devi cospargerti copiosamente di crema idratante.

Ecco. Te lo dicono tutte le pubblicità: devi mettere la crema giorno e la crema notte, la crema per il corpo, la crema per mani & unghie, la crema idratante post-epilazione, la crema solare, la crema dopo-sole, la crema anti-età, la crema tre-in-uno, la crema all-in-one e mille altre creme-con-il-trattino.
E la crema nutriente, naturalmente (senza considerare quanto sia meglio nutrirsi con la pizza).

Ma io ODIO mettermi la crema.
Nessuna persona dovrebbe essere felice di doversi mettere la crema.
Perché il mondo non accetta la mia pelle cartavetrata? Perché Pimkie non vende l’abitino anti-gomito-liso?

In foto: una donnina felice di mettersi la crema.

In foto: una donnina felice di mettersi la crema.

L’immagine beatifica di questa tizia è evidentemente e scandalosamente menzognera. Le pubblicità mentono.
Voglio dire: come si fa a essere contente di spalmarsi di strutto per poi essere unte come porchette e scivolose come anguille? È inconcepibile!

Nessun drago si sottoporrebbe volontariamente alla lubrificazione epidermica.
Forse proprio per questo esiste una setta misteriosa che trama nell’ombra per costringere noi poveri draghi a spalmarci di grasso.
La massoneria della coercizione è composta da parenti e conoscenti che non sanno cosa regalarti per il compleanno (taaac! Eccoti una bella crema corpo!) e insospettabili amiche (taaac! Idratazione mandatoria!).

Come se l’operato della setta malefica già non bastasse, i draghi vengono ingannevolmente portati all’autolesionismo. Perché ci sono le offerte commerciali subdole, che fanno leva sulla loro disposofobia (male di cui tutti draghi soffrono).

In foto: tutti i draghi soffrono di hoarding tendencies.

In foto: tutti i draghi soffrono di hoarding tendencies.

È giunta l’ora di dire basta.
Basta crema, basta pelle liscia e morbidosa, basta spreco di grasso di foca. Salviamo Sibert, salviamo i draghi.
Non costringiamo le persone a squame verso un infelice futuro al profumo di aloe.

Bene. Spero che ora siate più sensibili al problema dei draghi.
Se incontrate un drago, non cercate mai più di convincerlo dell’efficacia del burro di karité.

You may also like...

Commenti dal faccialibro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *