Ho testato la Leica Sofort

Ho avuto il piacere di essere tra i primi in Italia a ricevere ed utilizzare una Leica Sofort per partecipare alla campagna social #FrameTheMoment.

Portable blue memories. 😍🏄🏻💙📸 #leica #leicasofort #framethemoment

Una foto pubblicata da Andrea “Style1” Antoni (@stailuan) in data:


Cos’ha di speciale questo gioiellino, oltre che essere una Leica?
Beh, intanto è la prima fotocamera instantanea di questo brand: Leica Sofort, infatti, ti permette di scattare foto che si stampano su carta entro pochi secondi come le vecchie Polaroid.

Back in the days

Per un utilizzatore seriale di Instagram come me è un ottimo modo per fare un back-in-the-days  di quelli serissimi, non una ma due volte.

Il primo back-in-the-days è dovuto al fatto che,  con i miei 36 anni, sto iniziando a diventare old school e quindi mi ha riportato ai tempi in cui fotografavo su pellicola, aspettavo di finire il rullino prima di andare a sviluppare e stampare il tutto. O anche a quando da piccolo piccolo, ricordo che mia sorella detenesse una Polaroid.

Il secondo back-in-the-days invece è più recente e ci riporta agli albori di Instagram.

Nonostante lo si insegni da anni, non tutti ancora sanno che il nome Instagram derivi dalla contrazione delle parole INSTANT e TELEGRAM. Inizialmente la foto pubblicata su questa piattaforma voleva essere un telegramma (visivo) da condividere con tutti. “Sono in questo luogo”, “Sto facendo questa cosa”, “Sto ammirando questo luogo”, scatto una foto e la ottengo e condivido istantaneamente come si faceva ai tempi con le fotografie Polaroid. Di cui guarda caso Instagram condivideva anche il formato quadrato.
Ma non è finita qui: i filtri che in molti credevano essere casuali o pensati per modificare le foto e renderle più belle in realtà erano studiati per renderle più vintage e virarle ad avere le tipiche colorazioni di quando venivano stampate con quelle fotocamere istantanee. E quindi con tutti i vari problemi che potevano esserci di sovraesposizione, sottoesposizione o i vari graffi e ingiallimenti dovuti dal tempo, etc.
Insomma: un poco le rovinavano più che altro.

Leica Sofort

Leica Sofort ha un obiettivo da 34mm, 3 modalità di messa a fuoco, da macro ad infinito, una velocità di scatto da 1/8 a 1/400 ed una batteria che in teoria dura per 100 fotografie (ma questo non so dirlo con esattezza perché ne ho scattate di meno).
La pellicola che utilizza è la Instax Mini, a colori o bianco e nero. La confezione (a colori) da 10 pose costa 12,90 euro mentre quella da 20 ha un costo di 20,90 euro: questo ti aiuterà a soppesare alla grande e a porre molta attenzione prima di scattare fotografie casuali a mitraglia, come invece siamo ormai abituati con i nostri device elettronici.

Per realizzare i tuoi scatti, presenta delle modalità preimpostate che coprono differenti situazioni come:

  • Selfie (0,3 – 0,6 m)
  • Festa (0,6 – 3 m)
  • Sport (0,6 – 3 m)
  • Macro (0,3 – 0,6 m)
  • Doppia Esposizione (0,6 – 3 m)
  • Esposizione Lunga (3m – infinito)

Io che non leggo mai le istruzioni ho scattato subito un panorama e un primo piano, al tramonto, con una modalità random e ho realizzato due foto pessime: OTTIMO LAVORO.
Poi, grazie soprattutto alla spada di Damocle degli scatti contati, ho letto le poche istruzioni e mi sono ripreso, almeno in parte. Diciamo che ho risolto i problemi tecnici, per le mie carenze stilistico-talentuose invece non c’è nulla da fare.

Il flash ha tre modalità:

  • Impostazione di fabbrica
  • Flash ad ogni scatto
  • Prelampo

Concludendo

Se l’idea di possedere questa fotocamera ti garba, sappi che esiste in tre colorazioni: bianco, arancione e menta (io ho scelto il modello bianco).
Il costo è 285 euro, spedizione inclusa.

Se ti servono ulteriori informazioni puoi leggerti la sua scheda tecnica, cliccando qui, oppure visitare il sito ufficiale Leica.

 

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *