Viaggi

Ho visto la sposa Mortadella

In occasione dei #TA14 ho avuto il piacere di tornare a fare un giro per la città di Bologna, che è uno di quei posti che dici sempre “è vicina, devo tornare più spesso a visitarla, ma visto che è vicina intanto vado a farmi un giro in Svezia e la prossima volta andrò li“. E poi non ci vai più. Così capita che negli ultimi 10 anni a Bologna ci sei stato due volte e in Svezia cinque.
Ad ogni modo, ci ho girovagato per due giorni -con sguardo attento a bestia- e sono pronto a farvi rapporto. Con grande ignoranza, come sempre.

01 – Il festival

sposa_mortadella

A Bologna fanno il festival della Mortadella. Che è un poco come a San Daniele fanno quello del Prosciutto Crudo (il sito è abbastanza brutto),  però per qualche motivo la festa della mortadella fa più effetto. Sarà perchè il crudo sa di aristocratico (costa anche di più) mentre la mortadella è più “la grande amicona di mille merende“, sarà perché a quello del prosciutto ci sono abituato essendo fatto nella mia regione, sarà quel che sarà. Resta il fatto che se realizzi il festival della mortadella in piazza a Bologna, puoi essere contro ai luoghi comuni quanto vuoi che però non ne verrai mai fuori.
Ad ogni modo avevano come madrina la SPOSA MORTADELLA.
Perchè la sposa? Perchè la mortadella si sposa con tutto.
Basta. Game over. Chiudete tutto perché hanno vinto a mani bassissime.
E lei era chiaramente anche abbastanza gnocca.

02 – La Mortadella

festival mortadella

Al festival della mortadella c’è solo mortadella.
Grazie al razzo dirai tu, altrimenti sarebbe il Salone del Gusto. Si, ok. Non è che vada li e pretenda l’assortimento di dolci di un’antica pasticceria del centro di Vienna, però se tipo vuoi accompagnare la mortadella con qualcos’altro, mortadella is the anwer. Puoi però scegliere tra la mortadella a cubetti e quella affettata. Oppure puoi fare come me e realizzare dei gustosissimi involtini prendendo dei cubetti di mortadella ed avvolgendoli nella mortadella a fette.
Insomma mortadella.
Quante volte l’ho scritto? Farà SEO almeno? Boh, chissenefrega.

03 – I premi dei #TA14

mortadella ta14

In tutto questo parlare di mortadella, come premio dei #TA14 anziché dare il solito trofeo cosa abbiamo dato? Mortadelle. Che figata. Vincere mortadelle is the way. Tra l’altro io ho preparatp le grafiche delle fascette: è stato un momento veramente altissimo della mia professionalità, uno dei culmini. D’ora in avanti sarà tutto meno bello.
O meno saporito. Insomma, sono soddisfazioni granderrime.

04 – Il centro città

bologna centro

Il centro di Bologna é abbastanza bello e abbastanza decadente al tempo stesso.
Sarà stato per il festival della mortadella o per le strade chiuse al traffico, resta il fatto che per le sue vie è transitato un numero di persone superiore alla popolazione di tutto il Friuli Venezia Giulia. In un pomeriggio.
Non sono più abituato a camminare in mezzo a così tanta gente: voi non avete idea forse, ma passeggiare per le città del Friuli oramai è Walking Dead.
E vagavamo tra folate di mortadella, sia chiaro.

05 – I mendicanti

spicci_bologna

Il numero di venditori ambulanti e mendicanti è imbarazzante.
Una persona su cinque non è una tartallegra, come avveniva nei famosi ovetti con la sorpresa, bensì è un personaggio che ti scassa le balle per avere soldi.
Alla settima volta che la medesima maschera mi ha chiesto spicci, le ho risposto “facciamo una selfie, ti pago in visibilità“. A chi fa il grafico questa proposta non sembra nemmeno strana. Cioè, è una cosa stronza, ma te la propongono spesso. La tipa ha gentilmente rifiutato: evidentemente era un’offerta non conforme al suo core business. Io che però sono bravo, la pubblicizzo ugualmente.

06 – Punti di vista

Ritengo che Bologna sia una città piuttosto bella, ciononostante il 90% delle foto che le ho scattato fanno schifo.
Non tutti nascono fotografi: io non lo sto nemmeno diventando.

07 – Mormoni

mormoni_bologna

Ho visto cose astruse: ad esempio i mormoni che disegnavano con i gessetti sul pavimento.
Che figata, qua mica li abbiamo.
Sono le cose che differenziano le grandi città dalla campagna rurale dei confini dell’impero.

08 – Udine

Bologna mi ricorda Udine, però è più rossa.
In tutti i sensi.

09 – Mortadella (again)

mortadella cubetti

A pranzo ci siamo nutriti con una terrina di cubetti di mortadella.
A primo avviso è il Paradiso. Cioè una insalata di mortadella è qualcosa che ti immagini forse nei momenti di fame più nera o di gola più profonda, ma che in via di massima non realizzerai mai. Qua invece questo momento di #foodporn si è realizzato, ma dopo 30 minuti che ne mangiavamo era diventato una sorta di incubo.
A cena abbiamo mangiato la stessa cosa.
Poi mi sono rotto le balle e sono andato a mangiare una pizza.
Ad ogni modo abbiamo scoperto che la mortadella è infinita ed imperitura.

10 – Pistacchio

L’amico Rudy Bandiera ha fatto la cazzata di chiedere a un mastro-mortadella se ci fosse anche quella con il pistacchio. Ne è seguito un poema-teorema-cazziatone di circa 10 minuti, interrotto solo perché il personaggio è stato richiamato sul posto di lavoro. Ricordatevi: se andate a Bologna e state per prendere una mortadella, non parlate mai di pistacchio.

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    Monica Moretti
    28 Ottobre 2014 at 08:45

    Ciao Andrea, tra una risata e l’altra mi è venuta l’acquolina e sono solo le 9,30 del mattino ! Povera me ! Da una parmigiana come me, abituata all’aristocratico Festival del Prosciutto che ci contendiamo con San Daniele (il nostro naturalmente è moooolto più buono) sentire parlare di mortadella sa di proibizionismo. Sai quelle cose che sono buonissime ma che non si possono mangiare altrimenti si ingrassa e tu ti ritrovi a mangiarle a bocca piena di nascosto perché sono libidinose. Lasciando stare la parte gustosa è tutto vero quello che dici di Bologna, l’eccessiva presenza di mendicanti, la bellezza del centro storico troppo vicino per essere veramente apprezzato e la consapevolezza di essere in una città medio-grande con tutti i pro e contro. Anch’io, venendo da una piccola città come Parma, quando visito Bologna torno un po’ frastornata, non parliamo di Milano ! 🙂

    • Reply
      stailuan
      28 Ottobre 2014 at 12:47

      Ciao Monica, per me andare a Milano è quasi un trauma. Sono veramente troppo campagnolo purtroppo 😀
      Ne apprezzo molte sfaccettature ma così di primo acchito non andrei a viverci. Senza avere niente contro, sia chiaro, semplicemente non sono fatto per lei 😀

  • Reply
    [sTen]*
    28 Ottobre 2014 at 13:07

    Ci tengo a precisare che ho ancora 3KG di Mortadella di Bologna in frigo.. Tecnicamente è di Chef Rubio … tecnicamente..

    • Reply
      stailuan
      28 Ottobre 2014 at 13:15

      “benedicila” da parte sua e nostra con una cena tra amici 😀

  • Reply
    Bonnie
    4 Novembre 2014 at 19:36

    ahahah non mangerai più mortadella per almeno un mese!
    Certo, dopo aver visto la sposa mortadella puoi anche dire di aver visto tutto nella vita…! e pensare che una volta si diceva “vedi Napoli e poi muori”…!

Leave a Reply