i 10 comandamenti

Mi è appena arrivata una mail da Sabrina Nicola e fino a qui nulla di particolarmente interessante per voi, se non fosse che l’oggetto della mail fosse “10 comandamenti” e contenesse uno zip allegato dal nome Mosè.
All’interno di questi c’è il “lascito grafico” che fa al suo ipotetico successore, ma anche ai colleghi non grafici.
Trovandolo utile un poco per tutti, qui ve lo allego e ricopio.

  1. Non avere paura del bianco.
    Il bianco serve a dare maggior importanza agli elementi.
  2. Se devi usare più di due/tre colori, c’è qualcosa che non va.
    Se devi usare più di due font, c’è qualcosa che non va.
  3. Se non sai che colore usare, non usarne nessuno.
  4. Stabilisci una palette di due (massimo tre) colori prima di iniziare il lavoro.
    Attieniti a quella palette sempre, non concedere eccezioni.
  5. Se non sai che font usare, usa il font istituzionale.
    Se non c’è font istituzionale, Helvetica.
  6. Se non sai come gestire un testo con allineamento giustificato, non farlo:
    allinea a bandiera sinistra.
    Se hai una giustezza di 40 battute o meno: allinea a bandiera sinistra.
    Se non sai come allineare: allinea a bandiera sinistra.
    Non sillabare mai il testo allineato a bandiera.
  7. Non usare un allineamento a epigrafe per testi più lunghi di due righe.
    Non usare un allineamento a bandiera destra se non strettamente necessario.
    Salvo casi eccezionali, allinea a bandiera sinistra.
  8. Struttura sempre il tuo impaginato.
    Colloca gli elementi ricorrenti sempre nella stessa posizione.
    Usa sempre una gabbia tipografica.
    Sfrutta i processi cognitivi naturali nella scelta dei colori, nella disposizione degli elementi e in qualsiasi altro ambito.
  9. Semplifica.
    Cerca di usare testi brevi.
    Usa la gabbia tipografica in modo da costringere alla sintesi chi ti fornisce i testi.
  10. Sii impietoso: se un elemento non è strettamente necessario alla comprensione del messaggio, eliminalo.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


3 Responses

  1. Sabrina ha detto:

    Che storia, com’è saggia questa Sabrina *___*

  2. ILMarx ha detto:

    Oggi ho aperto Word e mi sono accorto che non c’è più Helvetica.
    Ho chiamato l’assistenza IT dell’Uni perché senza accesso admin non posso installare un nuovo font.
    Mi hanno detto di farmi gli affari miei.

    Meh.
    🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *