Il bi-pelo e la Teoria dell’Albero.

Mi è venuto prima un flash tremendo pensando alla teoria dell’albero, che poi non credo neanche sia una teoria, è così è basta. Insomma teoria o meno, il discorso che vuole che le radici sottoterra siano estese più o meno tanto quanto all’esterno si sviluppa la chioma.

Insomma la domandona del giorno è: mica anche i peli saranno così?
Cioè del tipo: se io mi lascio crescere peli lunghi 2 cm in faccia, dopo questi avranno 2 cm di radice? E quindi mi trapasseranno le guance e arriveranno a propagarsi nella cavita orale? Questo porta alla creazione del bi-pelo in quanto si propagherebbe in due direzioni, andando però un poco a perdere la funzione di radice su un lato.

Questo cosa potrebbe portare?

Una teoria del fisico Stailuan vuole che essendoci i peli all’interno della bocca, questi andrebbero a pulire in automatico i denti, eliminando il problema del lavarseli. Oltretutto così facendo prenderebbero sostanze nutritive andando ad aumentare notevolmente la loro crescita; però così facendo crescerebbero un sacco da ambo le parti, divenendo però una sorta di parassita nocivo. E’ infatti più che plausibile che occludendo la bocca porterebbero lentamente alla morte per mancanza di aria dell’individuo.

Per eliminare questo problema, prosegue Stailuan, se li potrebbe radere per dentro, ma questo implica tutta una serie di cose da risolvere quali un rasoio per cavità orale (che al momento non mi risulta esistere) e anche un dopo barba interno. Rubando le sostanze nutritive alla persona però potrebbe in qualche modo essere complice di dimagrimento, di conseguenza potrebbero essere consigliati a persone sovrappeso, ma solo per brevi periodi (per evitare la morte per asfissia).

Voi non ci avevate mai pensato? Bi-peli i migliori amici dell’uomo.
Nobel 2011 ai Bi-Peli e al loro pensatore Stailuan.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


9 Responses

  1. SimoForcella ha detto:

    Pensa a chi se li trapianta, che atto di follia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *