Instagram

Il filtro Sutro di Instagram

Oh finalmente, dopo un sacco di post dedicati a filtri veramente inutili, andiamo a vedere non un filtro ma IL filtro: è il momento di SUTRO.
Perché come tutti noi ben sappiamo la vita è come la scaletta di un pollaio: corta e piena di sutro.

Utilizzare il filtro sutro non è una scelta qualsiasi: è uno stile di vita.
Bisogna schierarsi in modo netto nelle scelte e le cose o sono bianche o sono sutro, lo sappiamo tutti benissimo.
Non a caso esiste anche un hashtag dedicato a chi vede il mondo in questo modo: #thinksutro. Guardare per credere.

I suoi effetti più evidenti sono la capacità di conferire un tono sinistro e cupo a praticamente qualsiasi fotografia: è un filtro ottimale per gli amanti dello stile gotico.
Io lo uso spessissimo quando devo fotografare i vampiri: che si sappia.

Sutro tira fuori il viola e marrone che c’è in voi (o meglio nelle vostre foto) e in generale applica un effetto seppia all’immagine. Per chi odia i colori del mondo è una vera manna in quanto va a desaturarli e attenuarne l’intensità a bestia. Se volete comunicare al mondo la drammaticità che c’è nel vostro animo tramite uno scatto, Sutro è il filtro che fa per voi.

sutro

 

Per rendere tutto più chiaro eccovi qui un esempio che rende lampante i suoi effetti.
In foto: la villa di Napoleone che si trova sull’Isola d’Elba. L’immagine l’ho scattata io durante l’instaTour #Napoleone200 ed è una location perfetta per applicare sutro.
A sinistra vedete l’immagine nativa, così come l’ho scattata io, al centro potete vedere la stessa dopo aver ritoccato solamente il contrasto (icona a forma di sole), la terza immagine da sinistra invece presenta il risultato finale ottenuto con il filtro sutro.

È chiaro che il risultato che andremo ad ottenere può piacere o meno, ma è innegabile che questo sia un filtro che difficilmente può passare inosservato.

follower instagram libro

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Il filtro Hefe di instagram | Pensieri & Caffelatte
    22 Settembre 2014 at 06:43

    […] stati applicati filtri e poi invece vediamo come lavorano differentemente le vignettature di Hefe, Sutro ed […]

  • Reply
    Il Museo della Bora a Trieste | Pensieri & Caffelatte
    7 Ottobre 2014 at 09:48

    […] ai visitatori, abbiamo organizzato una caccia al tesoro fotografica. Da tutor della squadra “sutro” (i nomi dei team erano collegati ai filtri in dotazione su instagram) ho sorteggiato […]

  • Reply
    Ho visto X-Men Apocalisse | Pensieri & Caffelatte
    31 Maggio 2016 at 14:40

    […] Ad ogni modo En Sabah Nur, per gli amici “kebab con tutto, anche tantissimo piccante” ci ha dato la prova che le Piramidi si edificano in un attimo, con un semplice gesto delle mani. E questo è storytelling. Ne ha pubblicato anche un piccolo manuale di istruzioni sul sito si Salvatore Aranzulla, oltre che alcune foto su Instagram editate con il filtro Sutro. […]

Leave a Reply