Graffiti

Il male nella street-art.

Oggi scriverò un post serio, perchè sto invecchiando e quando si diventa anziani si diventa seri e rompiballe.

La mia sarà niente meno che una critica, condivisibile o meno, ma con fondamento, alla nuova tipologia di concorsi che sta prendendo piede nella street-art, attingendo a piene mani dalle modalità schiavistico-sfruttative ormai note negli annunci di lavoro.

Partiamo dal un bando di concorso, di cui vi estrapolo le fasi salienti.

1. DEFINIZIONE DELL’INIZIATIVA

L’Associazione bla bla bla elezione di 6 artisti i quali saranno protagonisti di una performance live. Il concorso non ha alcuna finalità lucrativa (come da statuto dell’Associazione Promotrice) ma rappresenta un momento di scambio e crescita per la città stessa.

2. CRITERI DI AMMISSIBILITA’

… La partecipazione è gratuita e aperta a tutti …
Parte dei materiali (bombolette o colle spray) verranno fornite dall’associazione.

 3. PRESENTAZIONE BOZZETTI/ELABORATI GRAFICI
l bozzetto dovrà essere realizzato su cartoncino (le dimensioni massime del bozzetto dovranno essere 50cmx70cm) e dovrà contenere la bozza dell’opera che si intende realizzare durante la performance live.

 6. EVENTO LIVE
L’evento live … è finalizzato alla realizzazione di 6 opere di Urban Art tra cui verrà scelta la vincitrice.

 7. PREMIO
Al vincitore della manifestazione… una somma pari a € 500,00.

 8. MOSTRA COLLETTIVA FINALE
Tutte le opere realizzate durante la performance live saranno esposte in una mostra collettiva.

 9. PROPRIETA’ BOZZETTI E RESPONSABILITA’
I bozzetti che saranno inviati saranno custoditi presso la sede dell’Associazione prima della riunione della giuria e rimarranno di proprietà della stessa.

10. PROPRIETA’ OPERE REALIZZATE DURANTE EVENTO LIVE
Tutte le opere realizzate durante l’iniziativa rimarranno di proprietà dell’Associazione e saranno vendute anche a mezzo di un asta. Il ricavato sarà in parte devoluto in beneficenza e in parte destinato all’Associazione.

 Riassumendo quindi.
1- Per partecipare dovete realizzare niente meno che un quadro, perchè un pannello su cartoncino delle dimensioni massime di 50×70 non è un bozzetto ma è un quadro. Ora, non so quanto voi valutiate una vostra opera, ma vi ricordo che è un’opera unica, realizzata a mano, che rappresenta voi e il vostro stile. Il quadro che invierete resterà a loro, e con questo ci faranno una mostra.

2- Se selezionati, andrete a dipingere a spese praticamente vostre, perchè non si parla di vitto e alloggio spesati, nemmeno di rimborso per il viaggio. Si parla rimborso di “parte dei materiali“. I pannelli realizzati oltretutto, nonostante l’associazione sia senza fini di lucro, saranno VENDUTI all’asta, e voi non riceverete nulla.

3- Il vincitore, e solo lui, riceverà 500 euro. Che magari sono visti come un buon premio, ma ricordatevi che li prende solo uno e dopo aver regalato un quadro, un pannello, realizzati a sue spese ed essere andato a realizzare il secondo in loco.

Di conseguenza per 500 euro ad una sola persona loro ci guadagnano un evento live, una mostra collettiva, le opere in “bozza” e finali, il ricavato finale delle vendite.

Mio piccolo consiglio, derivato dai miei oramai compiuti 30 anni di cui 14 a fare graffiti: NON PARTECIPATE A QUESTI EVENTI.
Non sono una “possibilità” per voi, ricordatevelo, ma un’occasione per loro.

Si, magari voi quel giorno dipingerete davanti a molta gente, ma il nome che resta è quello degli organizzatori, la bella figura la fanno loro e voi non sarete ne più ne meno che i cani che saltano nel cerchio di un bel percorso preparato ad hoc. Con questo non voglio dire che non bisogni partecipare a manifestazioni di street art, ma sceglietele bene: un esempio? Meeting of Styles. Su invito certo, ma non ci sono vincitori, evoluzione e non competizione, amicizia, divertimento e graffiti. Rimborsi spray per tutti e viaggio per coloro i quali vengono da più lontano.

Non svendete la vostra arte, non svendete voi stessi.

Avete voglia di dipingere? Chiedete un permesso al Comune, trovate altri writers tramite internet e trovatevi per dipingere da qualche altra parte se in zona non avete pareti.

Però selezionate con cura gli eventi cui partecipare, fatelo in primis per voi stessi, e poi anche per questo movimento sempre più corrotto da politiche che non gli appartengono.

Andrea Style1
ACV – CBS – TDK – MT

PS. siccome non si cita mai a cazzo senza fonti, il link per il concorso è questo http://www.femaleaffair.it/6up_2.html

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    Mookie
    23 Marzo 2011 at 10:59
  • Reply
    Style1
    23 Marzo 2011 at 12:06
  • Reply
    ASKER!!
    23 Marzo 2011 at 20:27
  • Reply
    DaZa
    25 Marzo 2011 at 09:59
  • Reply
    Mookie
    25 Marzo 2011 at 20:49

Leave a Reply