Instagram presenta cinque nuovi filtri

Dopo ben due anni di attesa, Instagram si è degnata di smollarci dei nuovi filtri per rovinare a bestia le foto che pubblicheremo nel futuro prossimo. Li attendevamo smaniosi come quando la mamma ti mette la pasta con il sugo nel piatto e aspetti che tuo padre abbia finito di riversarci sopra palate di grana, perché vuoi fare lo stesso. Poi quando arriva il tuo turno, il grana è finito.
Qui è avvenuta la stessa cosa perché intanto, in due anni, alla gente dei filtri di instagram non gliene frega più una grandissima mazza in quanto nel mondo sono fiorite più app che pratoline, mentre siamo li e li con i fiori Be Happy Project.

winter_is_coming

Insomma sul finire del 2014, prima del grande gelo previsto dai meteorologi (di cui ho fiducia più o meno di quanta ne abbia nei cartomanti, cioè insieme vuoto), piombano dal cielo cinque nuovi filtri.
Ed è subito sera.

Ne hai trovato notizie in merito in tha web?
Si certo. Ci sono quei quattrocento milioni di post (tutti uguali) che hanno fatto copia incolla dalla stessa sorgente e ti snocciolano i loro nomi. Perché ormai non si scrivono più i post al fine di informare le persone su un dato argomento ma per fare SEO e dialogare con i robot di Google, attività veramente allettante che farà aumentare il traffico verso la propria tuffa. È un poco come se tutte le strade portassero al nulla.
Molto bello come sempre, andiamo avanti così che questa è vera evoluzione.

Ma torniamo a noi: ti snocciolerò anche io questi fantomatici cinque.
Slumber, Crema, Ludwig, Aden e Perpetua.
E poi c’è la marmotta della Milka che fa la cioccolata. Ma quella arriva nel prossimo update.

instagram_new_filters

Perché non trovi articoli in merito?
Perché se tu chiedi a un fruitore pro di questa app :”hai visto? Ci sono dei nuovi filtri su instagram!” questo ti risponderà “A me non interessa, io uso VSCO“.
VSCO non so come si pronunci, ma fa molto vischio, solo che non ti devi baciare con una tipa quando ci passi sotto. Io non ho mai baciato nessuna ragazza sotto al vischio perché ho sempre trovato donne rognose, o forse sono solamente rognoso io, più verosimilmente.

Resta il fatto che siccome sputare nel piatto in cui si mangia è sempre abbastanza bello, dire che si usa i filtri di Instagram è OUT, assolutamente aut. Cioè se tu usi quei filtri sei veramente fuori luogo, sei come il bambino che mette i vestiti di quinta mano dei quattro fratelli più grandi. E cioè ti piglieranno tutti per il culo, ma sarai l’unico che alla fin fine crescerà bene.
Ciao io mi chiamo Andrea, su instagram sono @stailuan, e non ho mai nemmeno provato a scaricare VSCO. Ciononostante ho un sacco di follower e prendo un numero di like dignitoso. In realtà per l’uso massiccio che faccio di questa app dovrei avere numeri assai più alti, ma non sono qua per flagellarmi, anche perché siamo sotto le feste e quindi più buoni. Insomma: se vuoi essere trendy devi usare VSCO e dire che i filtri di Instagram fanno schifo, altrimenti non ci stai dentro.

pccalcio1

Oltre ai cinque nuovi filtri è comparsa anche la funziona MANAGE che è tipo fantacalcio nel mio immaginario. Compri filtri, vendi filtri e devi fare la formazione. Poi hai le giovanili dei filtri, i migliori li porti in prima squadra, i peggiori li smolli al Milan a parametro zero, questo dirà che sono dei mega campioni e dopo sei mesi li darà via in prestito all’Atletico Madrid. Un mondo bellissimo: in realtà questa funzione rende solo possibile il fatto che tu possa scegliere l’ordinamento di comparsa dei filtri nella loro palette (e quindi non più fissa come prima, con Amaro sempre in testa) e decidere anche quali lasciare attivi o inattivi, cioè che proprio non compaiano nella lista. Insomma hanno creato un limbo per i filtri.
In questo ci finiranno l’epico Toaster, il Kelvin e il 1977. Anzi ti dirò di più: li hanno già buttati dentro loro, nell’oblio. Poverini.

Un Instagram pervasa da immagini filtrate con Toaster sarebbe un mondo migliore, o almeno un mondo con meno persone rompipalle che fingono, o credono, di essere fotografi e pubblicano immagini che tentano di essere fighe ma non ce la fanno. In questo modo ci si potrebbe togliere qualsiasi aspettativa circa pubblicare una foto decente e quindi saremmo tutti più contenti.

Instagram

Tutto questo post non serve a nulla, come sempre, ma in realtà anche il nuovo aggiornamento di Instagram non è che sia questa gran cosa.
Gli utenti chiedono, da tempo e a gran voce, la possibilità di gestire più account simultaneamente, poter creare le liste come su Twitter, magari anche poter gestire album come su Facebook e molte altre cose di cui ne parla sicuramente meglio qui il mio amico Alessandro Fortuna.

Tra le altre cose introdotte:
uso della K in tutti i numeri di follow e followers (all’urlo “più kappa per tutti!”) sopra al migliaio (prima era esclusiva dai 10K in su) cosa che ha fatto venire parecchi attacchi di cuore a utenti che per un attimo hanno creduto di essere diventati degli influencer epici prima di capire di essere invece ancora solamente i soliti nerd del paeselloo. Utilità zero.
Possibilità di regolare la prospettiva. Si vabè ok, una volta ogni 500 foto può anche servire.

Per il resto il disagio è sempre il medesimo: selfie, gattini e piedi continuano ad essre padroni incontrastabili.
Se non scriverò altri post prima della fine dell’anno, vi auguro qui buone feste e un 2015 carico di like.

follower instagram libro

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


1 Response

  1. Riccardo Mares ha detto:

    Perché non crea una preview decente già nelle thumbnail il signor Instagram?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *