Kono Pizza (one love)

Mitica la Kono Pizza: sempre nel mio cuore.
L’avete mai provata? Sono anni che rompo le balle con questa Kono Pizza. L’ho mangiata un paio di volte a Udine, al centro commerciale, dopodichè lo stand è stato sostituito da un cazzutissimo baracchino che vende Jogurt. E io non mangio jugurt: funk-ulo.

Caratteristica fondamentale della kono pizza, a mio avviso, è la temperatura modello magma che riesce a raggiungere il suo pomodoro e mozzarella filanti. Ed è anche ovvio, perchè dopo aver messo in forno un cugno di formaggio e pomodoro, racchiusi da pareti di pane, è abbastanza normale che questo non si raffredderà mai. E ricordo che ne ho mangiate 3 in tutta la mia vita, e si sa la pizza si addenta subito, la konopizza ve la sconsiglio: 3 volte su tre mi sono ustionato così tanto il palato che poche ore dopo mi sono sempre caduti appezzamenti di pelle dal palato. Auguri.

Insomma: Kono Pizza si, Kono Pizza no.
Il mondo se lo domanda.
Ieri mi sono messo a cercarla e che scopro? Intanto che hanno un sito, e poi che hanno tipo una sede a Padova… ma anche una a Monfalcone! AAHAHAHAHA mitici. Che spettacolo.
Io in realtà cercavo un punto vendita, che non ho trovato, ma ho invece letto sui blog che le vendono surgelate nei banchi frigo (mai viste) (“eh ma non le hai cercate” – sottolineerete voi) (si, ma pian e ben, quando io scavo nei banchi frigo cerco cragna da mangiare, e se vedevo la konopizza ne compravo un dieci confezioni inneggiando Dio con 18 cherubini al mio fianco).

L’altra cosa spettacolare che ho scoperto sui forum è che la peculiarità, secondo me fondamentale, della kono pizza è che la temperatura ustionante modello magma è stata sottolineata anche nei forum. E qua vi metto un bel link perchè non si danno mai citazioni senza riferimenti. Anzi no non vi do niente, non posto neanche il blog, perchè mi si è tuonata la connessione. Riecco la connessione, ecco il link.

Insomma Kono Pizza. Mi è gia venuta fame. Se scovate un punto vendita dove trovarle (o surgelate o vendute roventi) fatemelo sapere. Per il resto, intanto vi auguro una buona giornata.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


8 Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *