La giornata dei sticker #fail

Quella di ieri è stata sicuramente la giornata dei #fail, ma che dico: degli #epicfail.

Le foto che state per vedere sono autentiche, le ho scattate io. No, non le ho photoshoppate: non avrebbe grande senso mettersi a modificare immagini a caso così, tanto per. O almeno la cosa non mi interessa.

Ma veniamo al dunque: Epicfail #01

Clamorosa “disattenzione” di qualche commessa del negozio OVS di Gorizia, negozio al quale sto facendo una pubblicità clamorosa da ieri grazie a questo scatto, tanto da pensare a una qualche idea di marketing virale. Ipotesi affascinante ma assai improbabile.

Incollare il logo di twitter ruotato di 180 gradi è un fail di un certo livello. Anche se a dirla tutta, in questo modo possiamo apprezzare un certo tentativo di composizione simmetrica delle due “mattonelle“.
Da notare che nell’altra vetrina del locale i due loghi erano posizionati in modo corretto; la domanda che però uno si pone adesso è: per loro qual’è la posizione corretta del logo di Twitter? Questa o quella effettivamente giusta?
Questo ci fa anche capire quanto siano diffusi, e quanta conoscenza ci sia in merito social network nel goriziano.
Ad ogni modo, a questo punto, fossi in loro lascerei così: non si sa mai che l’errore diventi motivo di interesse fotografico per il sempre crescente numero di utenti instagram. Poi si può discutere su quanto sia buono diventare famosi per un errore così grossolano, ma dicono che “l’importante è che se ne parli“. Si, boh, non so 🙂

La giornata sarebbe già stata perfetta così, ma evidentemente non era abbastanza: arrivato al parcheggio del Cinecity di Pradamano (Udine), che vabè ora si chiama “the Space Cinema” ma sempre quello è, mi sono imbattuto in questo splendore.

Epicfail #02

Trova l’errore.
Sticker HeartbreaHer.
No, ripeto.

HeartbreaHer.

Ma io non so. Già se hai una BMW e vai a mettergli un adesivo, hai qualche problema. Supponiamo che proprio vuoi metterlo, mettilo. Però cavolo, chiedi a qualcuno che ti scelga una font dignitosa.
Non sono stato molto a studiarla, ma a occhio e croce questo è un “Brush Script” che diciamo non è proprio una delle font migliori che siano in circolazione.
Ma se anche questo non ti basta e hai superato pure codesto scoglio, una ed una sola cosa ti chiediamo: la scritta, scrivila giusta.
Mito inarrivabile.

Buona domenica.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *