Old but gold

La teoria del giro rigeneratore.

L’immagine che vedete qui oggi pubblicata è lo splendido regalo che mi ha portato la mia morosa, dalla felice città di Triestelocalità nota per le molte zeta utilizzate abitualmente dai suoi abitanti nativi.

La giornata di ieri è stata pessima per me, intrisa di profonde crisi e alienazioni da grafico atapirato, e questa foto che a un certo punto ho pubblicato su facebook ne è la prova tangibile.

Avvertita di questa situazione, miss Sabrina ha pensato bene di alleviare le mie sofferenze facendomi un regalo. L’arrivo di questo è stato annunciato con il seguente smsPer tirarti su il morale ti ho comprato un regalo orrendo ma divertente“. Dovete infatti sapere che in me vive forte il culto del trash e di conseguenza, a volte, cose particolarmente pessime mi mettono grande allegria. Alla mia richiesta di spiegazioni è seguito un altro sms che diceva “Si, è talmente brutto e trashissimo da fare tutto il giro e diventare bel. Diventerà il tuo nuovo proposito di vita *__*“.
Ora, questo sms necessita di doverosa spiegazione, perchè il costrutto e il significante e pure il significato di base attecchiscono nello stailuanismo puro e recondito e forse solo il mio amico Paolo capirà a pieno la spiegazione.

Eccovi quindi la teoria del “giro rigeneratore“.
Ci furono gli anni in cui giocavo a PC calcio, siamo tra il 1992 e il 1997 (tra le varie edizioni). Questo gioco era uno dei primi in cui alla solita fase della partita giocata, affiancavi una parte gestionale delle squadre, che via via negli anni diventerà sempre più complessa. All’epoca era molto semplice e c’erano dei bachi così grandi che uno guidava un trattore in un campo qui alle porte di Monfalcone. Quello che ci interessa però è legato al rinnovo contrattuale dei giocatori e alla loro abilità. La forza dei giocatori era data da più parametri espressi in centesimi, dopo i 31-32 anni questi parametri scendevano e verso i 35-37 i giocatori si ritiravano spontaneamente dal calcio giocato. C’era però sto mega baco che faceva si che se tu offrivi loro un contratto annuale a gettone di presenze del tipo “un anno di contratto a 16 presenze” loro accettassero sempre e compiute le 16 presenze si rinnovasse automaticamente.
Questo cosa comportava: che attorno ai 42 anni Baresi aveva tutti i valori attorno a 5/100 e in campo si muoveva di conseguenza, ma ecco entrare in azione il mega baco, se riuscivate a resistere queste 16 presenze con lo zombie in campo, l’anno dopo il giocatore invece che morire “rinasceva“, per l’appunto faceva il giro, perchè tutti i suoi valori si attestavano sui 120/100 (si, oltre il 100, ou che devo dirvi) e vi trovavate in campo una bestia devastante.

Da qui nasce la mia frase del “era così brutto che faceva il giro e diventava bel” in un ipotetica scala di valori dove BELLO è il massimo e BRUTTO il minimo, sceso sotto il brutto riparte dal super top.

Tutto questo per dirvi cosa? Bon so, ma mi sembrava interessante parlarvene: poi sul fatto che quel magnete da frigo sia oscenamente orrendo non c’è dubbio e la sua funzione rallegrante l’ha portata totalmente a compimento.

Enjoy.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    ilVettoJr
    15 Aprile 2011 at 08:43
  • Reply
    Style1
    15 Aprile 2011 at 09:25

Leave a Reply