Recensioni Film

Nel film di King Kong c’è anche King Kong.

Il titolo di questo post può sembrare assurdo, ma chi ha visto il rifacimento di questo film da parte di Peter Jackson, capirà che non ho scritto una boiata.
Mi sono messo a guardare questo film ieri mattina per far si che, mentre facevo ginnastica per recuperare il tono muscolare della gamba incidentata, mi passasse un poco il tempo.

La storia: un tale sta girando un film, ma sta producendo una cragna.
I finanziatori sono incazzati neri e lo vogliono fiondare, al che lui tira fuori una mappa per una fantomatica isola, per andarci a fare delle riprese. Al che lo vogliono realmente linciare. Il tipo scappa e imbarca la troupe su una nave, facendo credere a tutti che ha il cash e l’ok e partono. Dopo 50 minuti di film arrivano sull’isola. A questo punto io avevo anche finito gli esercizi e mi domando :”Ma quanto cazzo dura sto film?” beh, mancavano ancora tipo due ore e 5 minuti. YO.

Gli eventi si susseguono a catena in modo roboante: dopo aver trovato un villaggio di nativi cannibal-incazzosi che cominciano a trucidare un poca di gente, e aver ucciso un pochi di cannibali, si decide di andare via ma questi rapiscono la bionda e la danno a KING KONG.
Finalmente: al minuto 70° si vede l’enorme gorilla, che prende la bionda e se ne va. Viene chiaramente deciso che la bionda è ancora viva e che si va a recuperarla. Perchè? Non so.
Qui inizia Jurassic Park (secondo me). Avvistati nell’ordine: brontosauri, velociraptor, t-rex, ragni, scarafaggi, vermi e insetti di tutti i generi, pipistrelli e King Kong. Con ognuna delle specie appena elencate, scene di violenza e casini in generale di gente morta o bestie squartate.

Scena epocale di King Kong che prende a pugni i T-Rex: applausi a scena aperta quando ne prende uno per la mandibola e gli apre la bocca.

Alla fine quelli della troupe riescono a salvare la bionda e gia che ci sono rapiscono anche King Kong.
Ma nessuno si è mai chiesto quanto potrebbe puzzare King Kong? Paura.
Siamo tipo a venti minuti dalla fine.
A questo King Kong viene esposto in un teatro a New York, lui si incazza, spacca tutto e va sul grattacielo dove, dopo aver tirato giu un paio di biplani viene abbattuto.
Fine.

Vi dirò… a parte che ho dovuto vederlo in tre volte data la sua lunghezza, per essere una cazzata non era male.
King Kong passa quasi in secondo piano però boh, tra i film di azione-bestie-casin non è brutto, è solo un filino troppo lungo 🙂

Detto questo vi lascio i miei commenti scritti via twitter durante la visione del film.
Per il post odierno vi ho anche trovato questa splendida immagine dalla satira veramente bassa nella quale l’autore si chiede dove fosse king kong quando c’è stato l’attacco alle torri gemelle, per abbattere gli aeroplani… mah o_O
Grazie a presto 🙂

  • sta guardando KingKong.Dopo 1h10 scopre che manca ancora 1h48min. Ben 🙂
  • cool. nell’isola di kingkong ci sono i brontosauri. anche io voglio.
  • ci sono anche i velociraptor #nellisoladikingkong
  • che io stia guardando jurassic park?
  • cadono brontosauri come pedine del domino #nellisoladikingkong
  • #nellisoladikingkong sono tutti kativi come la mia morosa 🙂
  • perchè king kong non sbrana la bionda?
  • la bionda fa la ruota e king kong ride. o_O
  • secondo me la bionda podeva anche urlare “evvai! e sono una vj!”
  • la bionda ha appena fatto incazzare kingkong.ma te par? questo sottolinea l’intelligenza delle portatrici di questi capelli.
  • nei film d’azione gli uomini di colore si sacrificano sempre per gli amici bianchi.
  • mi sembra furbo morire in 20 per salvare una tipa.
  • c’è anche il tirannosauro #nellisoladikingkong 😀 😀 😀
  • vedere dinosauri che mangiano tutto mi ha messo fame. Vado a pranzo. 🙂
  • è nuovamente ora di KingKong
  • pien di insetti #nellisoladikingkong. Servirebbe tanton flit.

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    VaLe
    8 Dicembre 2009 at 10:47
  • Reply
    Macs
    12 Dicembre 2009 at 14:55
  • Reply
    Style1
    14 Dicembre 2009 at 13:05
  • Reply
    7 days in Sweden - Il video | Pensieri & Caffelatte
    16 Marzo 2013 at 14:29

    […] non ha, a mio avviso, un valore tale da meritare un mio post come invece hanno già potuto goderne King Kong, la storia del cammello che piange, Captain America e Harry Potter (poi ce ne saranno altri me […]

Leave a Reply