Viaggi

Norrköping Again #01

Sono tornato in Svezia, sempre a Norrköping, sempre nello stesso hotel, sempre per dipingere: non potevo lasciarvi senza il resoconto del viaggio.

Intanto diciamo subito, per chi si ricorda i post (e i problemi) dello scorso anno, che la prima domanda che tutti si stanno ponendo è: riuscirà quest’anno Stailuan a fare colazione in albergo? L’anno scorso fu particolarmente complesso, e non ci riuscii quasi mai, questa volta ci proverò con più impegno. E’ anche vero che devono venirmi incontro pure loro: nel 2011 infatti sbaraccavano il buffet sistematicamente prima della teorica ora di chiusura.

L’altra domanda è: questa volta riuscirà Stailuan a distruggere definitivamente il suo Mac Book facendo ricadere dal tavolo? L’anno scorso devastai solo lo schermo, questa volta puntiamo a qualcosa di più totale. La risposta è talmente ovvia che se puntate 1 vincete 0,5.

Come quasi ogni volta ho fatto la cazzata: non ho pagato il supplemento per imbarcare il bagaglio, ma mi son portato solo il bagaglio a mano: 10kg in totale. Ero assolutamente convinto che lo scorso anno avessi fatto lo stesso: in effetti il bagaglio era il medesimo, però ho dimenticato il piccolo dettaglio di averlo imbarcato ed essermi portato come bagaglio a mano una borsa carica di elettronica (mac book, ipa, macchina fotografica, carica-batterie vari…) tutte cose che solitamente non ci rendiamo conto, ma a giochi fatti pesano un botto. Insomma: per portare il computer (che mi serve assolutamente) ho pochissimi vestiti e per fortuna ho fuffato il controllo di Ryanair alla grande passando con circa 13 kg invece che 10,  imboscando oggetti in tutte le mie tasche, indossando la felpa e portando a mano il giubbino con nascosta sotto un secondo borsello con l’ipad. Vergogna a manetta, però era necessario perchè mi sono accorto della frittata a check-in già confermato.

Siamo partiti da Treviso con un’ora di ritardo perchè c’era brutto tempo. Partire tardi perchè ti dicono che c’è maltempo è un poco come che ti dicessero “sali sul bus, ma forse prenderà fuoco“, son quelle frasi che ti mettono a tuo agio.
In realtà poi è stato un dei viaggi più tranquilli della storia, tranne il fatto che siamo atterrati nella nebbia più fitta, al punto tale che potevamo benissimo essere partiti da Treviso e, dopo aver girellato un paio di ore, essere arrivati a Venezia.

Mi è venuto a prendere, come lo scorso anno, lo splendido Salvatore un napoletano che vive in Svezia da ennemila anni. Appena mi ha visto mi ha detto “stasera avevo da vedere a partita o Napuli“. Io mi sono sentito il peggiore: ho tolto la partita del Napoli a un napoletano all’estero, è quasi blasfemia. Abbiamo fatto i 60 km di pioggia nebbia che separavano l’aeroporto da Norrköping in un lasso di tempo trascurabile e la motivazione era evidente. E soprattutto giusta in senso assoluto.

Al momento piove e ci sono dieci gradi: una figata insomma. Adesso vado a dormire perchè ogni mattina, in Svezia, uno Stailuan si sveglia e sa che dovrà correre più veloce della cameriera per fare colazione.

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    Simona
    26 Settembre 2012 at 21:40

    Tu sei troppo bravo!
    A me se sbaraccano la colazione anzitempo parte l’embolo e TripAdvisor mi fa una p***!
    Wait for your news 🙂

    • Reply
      stailuan
      27 Settembre 2012 at 08:28

      bravo a far cosa? A combinare casini 😀
      Cavolo un bagaglio in più mi sarebbe servito assai 😀

  • Reply
    Alcuni appunti sui miei #TA12 | Pensieri & Caffelatte
    8 Ottobre 2012 at 13:39

    […] dovevamo realizzare i rollup dei #ta12 io stavo per partire per la Svezia, mandai la bozza con i due rollup agli organizzatori aggiungendo :”Fatemi sapere se vanno […]

  • Reply
    Dove è stata scattata una foto pubblicata su Instagram? | Pensieri & Caffelatte
    28 Luglio 2015 at 11:05

    […] inserito e quindi puoi anche iniziare un poco ad infastidirti. Se invece trovi scritto qualcosa (Norrkopings City in questo caso) allora la tua domanda ha già trovato […]

  • Reply
    Graffiti Wear – Pensieri & Caffelatte
    12 Maggio 2019 at 19:17

    […] accompagnarono per anni. Al momento non le uso più per un semplice motivo: sono rimaste in Svezia. L’ultima volta che sono andato a dipingere a Norrkoping infatti ho fatto un errore clamoroso: ho sbagliato il conteggio del peso della valigia Ryanair. […]

Leave a Reply