Panini Paura (su Instagram)

panini-instagram

Sarei felice di recensire sempre panini mangiati da me medesimo, ma i risultati sul mio corpo non sarebbero dei migliori. Già così la situazione è drammatica, figuriamoci se ne mangiassi ancora più spesso.
Con il passare del tempo tempo però, cazzeggiando alla grandissima su Instagram (“ma su Instagram io ci lavoro”, si certo), mi sono imbattuto in una serie di utenti che condividono panini devastanti di loro produzione: è il momento di farteli conoscere.
Sono lieto di presentare i PANINI PAURA su Instagram.

@MECOOKMEEAT

mecookmeeat

Pubblica cose di questo genere.
Reazione tipica: fame. Tanta fame. Oppure schifo. Ma se ti fa schifo esci da questo blog.
Ricominciamo: fame.

Cose che per la fisica non si capisce come stiano impilate, però sembra sia possibile farlo.
25,9K follower nella data in cui scrivendo, tra i 350 e i 400 like ricevuti a condivisione.
Tra le 4 e le 5 mila, invece, le calorie a foto. Si, le assumi anche solo guardandole.
Ha creato un hashtag dedicato, che porta il nome del suo profilo: #MeCookMeEat.
Lo trovi anche su Snapchat con il medesimo nickname.
Fame.

@PANINOTECA_DA_GINO

paninoteca_da_gino

Fame, sempre più fame.
Questo è lo screenshot dei suoi ultimi inserimenti: personalmente questi panini li avevo visti solo in alcune puntate di Man VS Food. #Einvece siamo in Italia, in provincia di Napoli, a Visciano.
Anche loro utilizzano un hashtag dedicato: #paninoteca_da_gino.
8721 seguaci da far aumentare ASSOLUTAMENTE, 8721 il numero medio delle calorie per ogni panino.
Like ricevuti in un range tra i 150 e i 250.
Accesso diretto al loro profilo, qui.

@BLACKBURGER_

blackburger_

28,8K di seguaci, numero di like abbastanza variabile tra i 400 e i 700.
Io scrivo questo post e ho sempre più fame.
Al loro profilo su Instagram ci arrivi cliccando qui, ma hanno anche una fan page su facebook.
Se oltre a vedere questi capolavori, vuoi anche mangiarli, devi andare a Frattamaggiore.

@MASTERGRILL_VILLARICCA

mastergrill_villaricca

Oh, sono tutti attorno a Napoli, lo so, ma che cosa posso farci? Sarei il primo ad essere felice ad averne almeno uno a portata di mano. Oppure forse è meglio di no.
21,2K di follower per 300-350 like a foto mediamente. E io che ormai mi sono autodigerito solo guardando le immagini.
Sono panini talmente enormi che non riesco nemmeno a visualizzarmeli davanti agli occhi. E piango.
Anche loro hanno una pagina facebook commovente.

@PANINOTECA_DA_FRANCESCO

paninoteca_da_francesco

Vieni a scegliere il panino che vuoi tu” trovi scritto nella loro bio.
Arrivo” rispondi tu in automatico, praticamente in estasi.
Io ormai ho la fame delle bestie che hanno la fame delle bestie.
6168 persone hanno detto “si” al colesterolo e hanno iniziato (giustissimamente) a seguirli: chi siamo noi per non fare altrettanto? (che fame)
Anche in questo caso esiste l’hashtag dedicato: #paninotecadafrancesco.

Conclusione

Due le cose che ci restano da fare: iniziare a seguirli su Instagram e andare a Napoli e dintorni per assaggiare queste bombe della gioia. Volendo possiamo aggiungerne una terza: segnalami altre paninote che su Instagram condividono fotografie similari, magari provenienti da altre zone d’Italia. Non per razzismo verso la Campania eh, tanto per parità di informazione.

Enjoy!

Potrebbe (anche) interessarti

Se vuoi saperne di più su Instagram, puoi pensare di comprare il mio libro “Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche“: prova a scaricare gratuitamente le prime trenta pagine e in caso acquistalo. Puoi trovarlo nel sito dell’editore, oppure su Amazon o anche in molte librerie.

follower instagram libro

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *