Parole chiave. L’appuntamento di aprile

Come di consueto siamo arrivati all’appuntamento mensile con le parole chiave più interessanti che avete utilizzato per arrivare a questo inutilissimo blog.
Bene, iniziamo: continua il dominio incontrastato della parola chiave PUFFI che con 566 digitazioni vince anche in questo mese, ma per quale motivo? Veramente siete tutti intrippati sul loro film in uscita? Mah… mistero.
Mi rende assai felice che con 52 richieste, si posiziona al secondo posto “la teoria del bi pelo” e questo è veramente incredibile perchè significa che in 52 di voi hanno cercato quel mio post visionario che vi allego da questo link.
Seguono una marea di variazioni sul tema dei puffi, finchè scendendo di posizione in posizione vediamo che cosa troviamo:
  • “avviso di cani che cagano sui marciapiedi”
    Boh, questa sinceramente stupisce anche me, dopo proverò a digitarla per capire come sia possibile che salti fuori il mio blog 🙂
  • “camerieri semi-nudi”
    anche questa a dire il vero mi lascia perplesso assai 🙂
  • “capelli da negro”
    Qui siamo veramente molto politically-correct 🙂
  • “ho il rene che vibra”
    E ne cerchi motivo su google? Io chiamerei il pronto soccorso, successe una volta sola ed era il preludio di un’allegra colica renale. Tra l’altro, chiaramente, ci scrissi un post, che qui vi allego.
  • “le donne non sono un ricettacolo di sperma”.
    Pensieri legati a questa stringa. Perchè io? Perchè il mio blog? Perchè tu che lo hai scritto forse pensavi il contrario? Non lo so… gente… come si dice dalle mie parti :”COME XE?“.
  • “ricerca sull’impestatore”
    Ma che ricerche fate? Ma per scuola?
Di parole chiave assurde questo mese non ce ne sono molte, però come avete potuto leggere, quelle presenti spaccano di brutto. Ma come ogni mese ce n’è una che detta legge, una che vince in modo indiscutibile, e anche questo mese è presente, eccovela qui:
“quel che passa in cibatorio non si porta all’oratorio”
questa è poesia, questo è spettacolo, non so chi tu sia, ma sei un grande. Stima, rispetto, fratellanza e onori degni di un capo di stato a te, chiunque tu sia, che per qualche oscuro motivo hai partorito questa stringa di testo.
Solo una cosa posso fare, dirti grazie, e lo faccio con il cuore.

stailuan

Andrea "Style1" Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs. Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche", pubblicato da Dario Flaccovio Editore. Nel 2017 è diventato per tutti "il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone" grazie all'improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone. More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


2 Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *