Old but gold

Poeti Metropolitani

Come in molti di voi sanno io lavoro facendo il grafico, ma di base nasco – e tutt’ora sono – graffiti writer, cioè dipingo sul muro con gli spray. Lo faccio oramai da 16 anni e quindi l’unione tra la mia mente, la mano e la bomboletta sono diventate qualcosa di quasi inscindibile. Di conseguenza lo scrivere su una parete mi è cosa molto familiare, detengo in magazzino sempre oltre 150 colori e per quanto riguarda la mia persona, questa è una attività quasi quotidiana e normale.

Ci sono dei “cani sciolti” però che non sono writers, non sono degli streetartist: sono comunissimi cittadini che non hanno mai preso in mano uno spray se non per ridipingere il telaio di una vecchia bicicletta o hanno spruzzato la neve sintetica sul presepe, ma che in una giornata casuale della loro vita decidono di dover lasciare un segno più o meno indelebile del loro passaggio.

Questi personaggi, che io trovo splendidi, sentono il richiamo della strada, quello vero duro e puro, e sprezzanti di ogni pericolo entrano nel garage dove troveranno mezzo spray nero (quando va bene, altrimenti è un qualche zinco o un arancio fluo) di qualche marca sconosciuta ai più, stoccata tra oggetti dimenticati anche da Dio da almeno 15 anni e, armati di una ispirazione pari solo quella al dio creatore della Bibbia usciranno in strada e scriveranno qualcosa di immenso, solitamente sbagliato.
Ed è proprio quello che rende il tutto solenne: praticamente hanno one-shot, una solo possibilità nella loro vita, una sola occasione di lasciare ricordo memorabile del loro essere e lo faranno sparando dei refusi clamorosi.
Oppure anche se la frase sarà corretta, il suo significato sarà in qualche modo discutibile.

E tutto questo è idilliaco, perchè renderà la loro opera magnifica, unica e irripetibile: diventeranno nei secoli i POETI METROPOLITANI.
Quelli veri.

Vi lascio alcuni splendidi esempi raccattati qua e la per il magnifico web.

Se è bella
se vede
se è bona
se sa…

Se ti amerei per sempre?

Ieri è storia
domani è un mistero. Oggi è un
dono per questo si
chiama presente

QND HABBIAMO FATTO LAMORE
E STATO BELISSIMO…
NN TI SCORDERO MAI…
RIMANERAI X SMP NEL MIO QUORE…
GRAZIE DI ESERCI!

Proponiamo
il master in porno

Il problema è che
asfaltiamo i prati e non i preti

Quando ti
mancherò
attaccati
al cazzo.

Ti amo come
amo i tuoi pompini

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply