#STAILtone: mini maratona fotografica a Rimini

Ho da sempre considerato internet un luogo meraviglioso che mette in contatto le persone più che una selva in cui si rischia il linciaggio e il plagio. Anche se ultimamente la direzione presa dai social è la seconda.
Ciononostante arrivano ancora degli splendidi esempi di rete vera, sincera e spontanea, senza fini di lucro e senza cercare di rubare idee di altri spacciandole per proprie. Dopo il successo del mio progetto instagram #STAILtone questa è forse una delle soddisfazioni più grandi che abbia ricevuto: a Rimini mi è stata dedicatauna mini maratona fotografica per bambini.
Un fatto per me talmente inaspettato da renderlo veramente meraviglioso, ho voluto così approfondire chiedendo una piccola intervista a Cinzia, organizzatrice dell’evento.

Ciao Cinzia, grazie per la tua disponibilità.
Iniziamo con una domanda semplice ma che, chiaramente, mi intriga assai: come sei venuta a conoscenza del progetto #STAILtone?

Ciao, sono Cinzia Domizi dell’associazione riminese Are Ere Ire, organizzatrice della Minifotomaratona, un contest per giovani menti (6/13 anni) a tema segreto che ha raggiunto la quarta edizione.
Sono proprio io che ricerco segretamente i temi segretissimi e mi affido alla rete e al caso… di #STAILtone credo di avere letto un articolo su instagramersitalia.it, “iger-della-settimana”.

Come mai hai pensato che il tema potesse essere utile per la vostra MiniFotoMaratona?

Ho subito pensato che l’uso e la ricerca del colore potessero essere un buon pretesto per chiedere ai nostri piccoli fotografi partecipanti di osservare la città.

Mi hai detto che ad ogni edizione prendete come spunto un Instagrammer differente: puoi dirci brevemente quali sono stati i precedenti tre e come mai furono scelti?

Brevemente? Ci provo ma non ci riuscirò.

  • Minifotomaratona #1, dedicata alla pareidolia
    (si chiedeva ai partecipanti di trovare volti nella città: abbiamo visto bancomat scricchiare l’occhio, il Tempio Malatestiano con un nasone, un tronco triste…).
  • Minifotomaratona #2 ispirata all’iger @Osnuflaz
    con una invasione di dinosauri (ne abbiamo distribuiti 40): ha vinto un triceratopo in bicicletta.
  • Minifotomaratona #3 protagonista la riminesissima undicenne favolosa @sofia.jump (foto per sognare)…
    un portento di ragazza che ha fatto del suo progetto con “fotosalto” un gioco coloratissimo e compositivamente molto interessante: lei pensava di partecipare, noi la abbiamo tenuta con noi e le abbiamo chiesto di decretare i vincitori.
  • Minifotomaratona #4 @Stailuan!
    Ti abbiamo subito invidiato la maschera di Tchulu.

Ho visto che avete “sventrato” una mazzetta colore per far realizzare le foto ai piccoli partecipanti: avete dato una o più tinte a testa? Come funzionava questo contest?

Un foglio colore a testa con più sfumature della stessa tonalità per cercare qualcosa che mette allegria e rende felici.
Perché questa quarta edizione è stata pensata all’interno della Notte dei Ricercatori per Society e UniBo (Università di Bologna, dipartimento Qualità della Vita di Rimini) e siccome “Di tutte le emozioni la felicità è quella che gli scienziati meno capiscono” (cit.) allora abbiamo deciso di aiutarli e di suggerire loro qualcosa di colorato che infonda felicità.
Due ore per cercare nel mondo lo scatto giusto e poi la consegna di un solo frame, scelto dall’autore stesso (si spera senza influenze adulte).

Parlaci delle attività di ARE ERE IRE cibo per giovani menti: il nome mi attrae di brutto.

Grazie, grazie…il nome piace molto anche a noi!
E hai visto il nostro logo? Vede tre piccoli semplici pulcini neri, tre corvetti ognuno con le proprie imperfezioni che li rende unici. Abbiamo sede a Rimini e ci occupiamo soprattutto di fotografia, storia, filosofia e cucina. Ci divertiamo di più con le giovani menti e i nostri obiettivi sono quelli di far pensare, di osservare, di non dimenticare.
Cerchiamo di rendere ogni laboratorio una esperienza e ci sta a cuore il far incontrare le persone, promuovere il nostro territorio.

Onore al merito: chi ha vinto questo contest e come mai sono stati scelti tra i vari scatti proposti?

Un podio tutto al femminile: i primi tre classificati e le tre menzioni speciali, tutte ragazze!
Marta Greta, Bianca (la più piccina, 5 anni e mezzo), Virginia, Nina, Diana.

Vince il primo premio Marta con uno scatto coloratissimo.
La mazzetta color verde si è sposata con la Street art.

Concludendo

Non avrei mai pensato potesse essermi dedicata una maratona fotografica, non sono nemmeno un fotografo. Quello che è successo è per me meraviglioso. Sono felice che una mia semplice idea possa essere diventata spunto per portare dei bambini a pensare in modo diverso e a guardare il mondo di tutti i giorni secondo una prospettiva differente. Sono inoltre felicissimo che la mia idea non sia stata copiata o plagiata, come spesso accade in molti campi e non solo a me, bensì sia stata presa come punto di partenza e fortemente citata.
Imparare dagli altri sempre, prendere spunto ed evolversi. Ma copiare, quello mai.

stailuan

Andrea “Style1” Antoni è un grafico freelance ed un graffiti writer, ambassador di GoPro e Roberto Ricci Designs.
Scrive post a tempo perso e perde tempo scrivendo post, ma vive di grafica. Nel febbraio del 2015 è uscito il suo primo libro “Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche“, pubblicato da Dario Flaccovio Editore.
Nel 2017 è diventato per tutti “il grafico che gira il mondo fotografando le mazzette pantone” grazie all’improvvisa viralizzazione del suo progetto Instagram #STAILtone.
More info

You may also like...

Commenti dal faccialibro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *