Viaggi

Verso Monet

Sono in partenza per Verona, dove domani avrò l’onore di partecipare all’evento Art & Coffee Blogger Day e visitare in anteprima l’esposizione “Verso Monet“.
Che se poi verso il caffè su un Monet suppongo non la prendano benissimo, anche perché andrei a realizzare un poco un Pollock e andrebbe fuori tema. Però sarebbe una performance viralissima, scriverebbero post per giorni e giorni e acquisirei un sacco di follower: ma diciamo che non credo sia il caso.
Poi terrei a ricordarvi che Monet non è Manet, anche se entrambi portavano una mega barba ed erano francesi. Non so, io ve lo sottolineo perché all’esame di storia dell’arte un botto di persone se li confondevano.

Insomma mi hanno mandato questa mail dicendomi che hanno seguito la mia attività come blogger e social-coso e quindi mi hanno invitato a partecipare a questo evento fantastico. A mio avviso non hanno guardato bene la mia attività, altrimenti mi avrebbero lapidato con i chicchi di caffè, però io voglio pensare che invece abbiano un gran buon gusto e quindi mi abbiano scelto (fingo sia così).
Anche perchè, diciamolo chiaramente, un blog che spinge il caffelatte da anni ed anni non poteva non partecipare a un evento legato al mondo della caffeina. E che diamine.

I quadri esposti saranno opera di Renoir, Pissarro, Monet, Degas, Van Gogh, Cézanne e Gauguin (andando a citarne solo alcuni).
Salta all’occhio la mancanza di qualche tela di Style1, ma il motivo principale è che egli non dipinge paesaggi.
Next time.

Main sponsor ufficiale di “Verso Monet” è Segafredo Zanetti, al quale io dico: ho un blog che si chiama Pensieri & Caffelatte e una macchinetta del caffè in ufficio che è diventata celebre grazie agli oramai noti casini su FourSquare e al seguente #KomunistParty… una nuova macchinetta del caffè sponsorizzata ci starebbe assai.
Verde acido, grazie, che così fa pandan con il resto dell’ufficio.

Siete curiosi di saperne di più? No? Cavolo ma siete infami di brutto.
Dai seguite la giornata via twitter tramite l’hashtag #Artandcoffee.

Non mancherà chiaramente una recensione epica nei giorni successivi e non dimentichiamo che, evento collaterale di portata storica, è il mio incontro con Tegamini, uno dei blog più affini al mio per livello di demenza, ma scritto da una donna che cavalca Alpaca e Unicorni. E quindi più meglio.

You Might Also Like

1 Comment

Leave a Reply